Semplificazioni per la sicurezza, un decreto in arrivo

Da 18 luglio 2015Salute & Sicurezza
linee guida inail

Il Jobs Act prevede una delega al Governo per l’emanazione di più decreti legislativi attuativi delle sue disposizioni, semplificazioni per la sicurezza comprese.

Fra i diversi provvedimenti in attesa che impattano in particolare sul settore giuslavoristico, ci sono anche alcune previsioni di semplificazione contenute in uno specifico decreto, che riguardano la salute e sicurezza sul lavoro, mentre un altro decreto tocca la razionalizzazione e la semplificazione dell’attività ispettiva in materia di lavoro e legislazione sociale.

Per quanto riguarda il Decreto legislativo attuativo in materia di razionalizzazione e semplificazione per la sicurezza, richiede fra l’altro la revisione della composizione del Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro, la riduzione dei componenti della Commissione consultiva permanente, la messa a disposizione al datore di lavoro, da parte dell’Inail di strumenti tecnici e specialistici per la riduzione dei livelli di rischio.

Fra le novità più significative spicca però l’obbligo dello svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di primo soccorso, nonché di prevenzione degli incendi e di evacuazione, anche nelle imprese o unità produttive che superano i cinque lavoratori

Prevista poi la trasmissione all’INAIL del certificato di infortunio e di malattia professionale esclusivamente per via telematica, con conseguente esonero per il datore di lavoro e la trasmissione all’autorità di pubblica sicurezza delle informazioni relative alle denunce di infortunio mortali o con prognosi superiore a trenta giorni a carico dell’INAIL, esonerando il datore di lavoro. In vista anche l’abolizione del registro infortuni con l’avvio (da sempre rimandato) del SINP il Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro.

Continua a seguire il blog UninformANGQ dedicato alla Qualità, all’Ambiente, all’Energia ed alla Sicurezza

Lascia una risposta