RIDUZIONE DEI GAS SERRA DI BREVE DURATA PER RIDURRE L’INQUINAMENTO

inquinamento

L’inquinamento climatico dell’aria è sicuramente un problema sempre più attuale ed urgente ai giorni nostri, che preoccupa sia i privati e la loro salute, che gli interessi micro e macro economici del nostro paese.

Il tema della sostenibilità va a incrociarsi con quelle che si stimano essere le conseguenze nefaste che l’andamento degli agenti inquinanti lasciano prevedere per il futuro dell’intero pianeta.

Risale allo scorso dicembre 2015, all’ interno dell’accordo STORICO della CONFERENZA di PARIGI, la cosiddetta CURA per il PIANETA ideata rispetto alle emissioni gas serra.

L’obiettivo preposto era quello di contenere a 40 miliardi di tonnellate la quantità generata dell’attività umana, soprattutto da parte di trasporti e della generazione di energia.

Solo l’andiride carbonica risulta più pericolosa del metano, e il particolato carbonioso, cioè la fuliggine: sono al secondo e terzo posto nella classifica degli agenti più dannosi per il clima.

“Diversamente dai gas serra molto persistenti come la CO2, quelli di breve durata rispondono molto rapidamente alla mitigazione”, spiega Drew T. Shindell, docente di scienze del clima alla Duke University. “Se ci impegnassimo a farlo, è molto probabile che nei prossimi 25 anni, usando tecnologie già esistenti, riusciremmo a ridurre del 25% le emissioni di metano e del 75% quelle di particolato carbonioso”. (ANSA).
Contribuiscono inoltre, secondo gli esperti, all’inquinamento atmosferico che mette a rischio la salute e inficia la produzione agricola.

Secondo un team internazionale di ricercatori, che si sono espressi in uno studio pubblicato sulla rivista Science, un impegno per ridurre i gas serra di breve durata – come il metano, gli idrofluorocarburi o il particolato carbonioso – potrebbe rallentare il riscaldamento globale e al contempo migliorare la salute pubblica e le rese agricole, allineando così l’Accordo di Parigi sul clima agli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Lascia una risposta