Professione Ecomanager

Da 3 aprile 2010Energia & Ambiente
ecomanager

Quest’oggi, sul blog Uninform – ANGQ dedicato alla Qualita’, all’Ambiente ed alla Sicurezza, citiamo un interessantissimo articolo di Silvia Poletti apparso sull’ultima edizione del Bollettino del Lavoro e dedicato all’emergente figura professionale dell’Ecomanager, un profilo nato inizialmente nel settore privato a livello consulenziale ma che si va affermando sempre piu’ rapidamente anche nel settore pubblico grazie al ruolo svolto dalle organizzazioni non profit nell’ambito dei progetti approvati dalle varie amministrazioni.

Caratterizzata da una forte vocazione interdisciplinare e da competenze di natura non solo procedurale e strumentale ma anche strategica e di prodotto, la figura dell’Ecomanager rappresenta una risorsa ad elevatissimo valore aggiunto per tutte quelle realta’ aziendali particolarmente attente alla gestione ed ottimizzazione degli impatti ambientali causati dai processi produttivi. Scelte piu’ oculate da parte delle imprese sotto il profilo del risparmio enegetico si traducono, infatti, in maggiore competitivita’ sul mercato da un lato e, dall’altro, in una piu’ efficace riduzione dei costi.
Tra le principali competenze assegnate alla figura dell’Ecomanager segnaliamo la gestione dell’impatto ambientale aziendale, la costante ricerca dell’innovazione finalizzata al risparmio ed al recupero energetico, la responsabilita’ per l’ottenimento delle certificazioni ambientali e diqualita’, la predisposizione di strumenti di contabilita’ ambientale e l’adozione di sistemi di certificazione quali l’ISO 14000 e l’EMAS.
Sebbene non sia stato ancora istituito un percorso formativo univoco e specifico, gli aspiranti al ruolo di Ecomanager possono acquisire le competenze necessarie optando per corsi di laurea specialisti (a mero titolo esemplificativo e non esaustivo citiamo Economia dell’ambiente, dello sviluppo e del territorio, Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze Forestali e dell’ambiente, Ingegneria dell’ambiente e del territorio, ecc.) e perfezionare poi il bagaglio di conoscenze acquisite all’universita’ conmaster erogati da Istituti di formazione accredidati.
Nell’articolo di Silvia Poletti, che puoi leggere nella versione originale cliccando al link in fondo al post, viene intervistato Tony Biagetti, brillante partecipante al nostro Master QualityEsperti in Qualità, Qualità Ambientale e Sistemi di Gestione Aziendale – ed attualmente in forza dopo il suo stage presso l’AJA Registrars Italia, Organismo di Certificazione Internazionale, proprio come Ecomanager. Un ulteriore motivo di vanto perUninform – ANGQ e sinonimo di assoluta qualita’ formativa.

Lascia una risposta