Nuove idee per riciclare la plastica

Da 14 Febbraio 2018Energia & Ambiente

Nasce una nuova iniziativa di Corepla: “Alla ricerca della plastica perduta”. Corepla ha lanciato un appello ricercatori universitari, Centri di ricerca, start up, aziende grandi e piccole per fornire consigli e proposte su come massimizzare il recupero degli imballaggi in plastica.

L’obiettivo della nuovissima iniziativa di Corepla è quello di individuare e promuovere nuove soluzioni lungo tutta la filiera, dalla progettazione al fine vita, dal riciclo al riutilizzo del materiale rigenerato. La partecipazione alla Call è molto semplice ed è rivolta a chiunque pensi di avere una buona idea: sul sito CoreplaCall (https://www.coreplacall.it/) si trovano le informazioni su come aderire all’iniziativa.

Un comitato tecnico-scientifico valuterà i progetti. Quelli selezionati potranno seguire tre strade: Corepla potrà segnalarli ad aziende capaci di metterli in atto, in accordo con gli ideatori; potrà sovvenzionarli direttamente con un investimento che ne faciliti la messa in campo, oppure avviare un’operazione di crowdfunding organizzata su piattaforma Corepla. Corepla, forte dei risultati fin qui ottenuti, vuole dare un proprio fattivo contributo alla sfida rappresentata dal forte innalzamento degli obiettivi di riciclo europei per gli imballaggi in plastica al 2030.

Tra i possibili riutilizzi della plastica riciclata si potrebbero ottenere un maglione mistolana con 10 bottiglie di plastica oppure con 10 flaconi di plastica la seduta di una sedia. Venti bottiglie di plastica trasparente (il Pet) diventano una coperta in pile, mentre per imbottire un piumino matrimoniale se ne usano 67.

La raccolta differenziata degli imballaggi in plastica è aumentata negli ultimi anni: in particolare nel 2016 ne sono state recuperate 960.000 tonnellate con un incremento del 6,9% sul 2015. La raccolta maggiore si registra in Veneto, con 25 kg per abitante all’anno.

Continuate a seguire le ultime novità del settore Ambiente, Qualità e Sicurezza sul Blog del Master Quality.

Lascia una risposta