Microplastiche pericolose nelle bottigliette d’acqua minerale

Da 28 Marzo 2018Qualità

Torniamo ad occuparci ancora una volta di microplastiche. Una nuova ricerca dell’Organizzazione mondiale della Società dimostra che analizzando 259 bottiglie di 11 marchi di acqua minerale fra i più famosi del mondo solo 17 campioni presentavano valori nella media. In tutti gli altri sono state trovate concentrazioni di microplastiche di almeno 31, 6 particelle per litro, con picchi fino a più di 10mila particelle.

Dalla ricerca emerge inoltre che il genere di plastica più frequentemente rinvenuto nelle bottiglie non è quello di tipo “Pet”, usato per produrre normalmente il corpo della bottiglia, ma il polipropilene, impiegato per realizzare i tappi.

Per appurare la presenza di microparticelle di plastica nell’acqua in bottiglia i ricercatori hanno optato per l’utilizzo di un colorante, il Rosso Nilo, in grado di legarsi alla plastica e di renderla fluorescente a determinate lunghezze d’onda.

L’acqua confezionata è l’ancora di salvezza per 2,1 miliardi di persone che non hanno accesso all’acqua potabile.

Gli esseri umani hanno bisogno di circa due litri di liquidi al giorno per rimanere idratati e in salute, ancora di più nelle regioni calde e aride, quindi nel corpo umano potrebbero esserci decine di migliaia di particelle di microplastica ogni anno.

Tutti i test sono stati condotti dalla Fredonia State University of New York nel laboratorio di Sherri Mason e ogni passaggio è stato documentato.

 

Lascia una risposta