Quote e valori per produttori e importatori di idrofluorocarburi

Da 8 Novembre 2017Eventi & Novità
idrofluorocarburi

Con regolamento (UE) n. 517/2014 la Commissione ha disposto, per produttori ed importatori che abbiano legalmente immesso sul mercato idrofluorocarburi,dei limiti  quantitativi all’immissione in commercio di gas CO2. I valori di riferimento per i produttori e gli importatori dovrebbero essere ricalcolati ogni tre anni a partire dal 2017 affinché le imprese possano continuare le loro attività. Pertanto la Decisione n.2017/1984 scade a sua volta a distanza di tre anni, ovvero al 31 dicembre 2020.

Difatti, con Decisione n.2017/1984 del 24 ottobre 2017 la Commissione assegna le quote, i valori di riferimento per ciascun importatore e produttore che abbia comunicato l’immissione in commercio di idrofluorocarburi a norma del regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio sui gas fluorurati a effetto serra, per il periodo compreso tra il 1o gennaio 2018 e il 31 dicembre 2020.

Sono da considerarsi esclusi da tale calcolo  le quantità di idrofluorocarburi destinati agli usi di cui all’articolo 15, paragrafo 2, del regolamento (UE).Tali valori di riferimento dovrebbero essere calcolati sulla base della media annuale delle quantità di idrofluorocarburi che, ai sensi dell’articolo 19 del regolamento n. 517/2014, il produttore o l’importatore ha comunicato di aver immesso legalmente in commercio dal 1 gennaio 2015 in poi.

La media annuale delle quantità immesse legalmente in commercio viene calcolata sulla base di una specifica formula espressa nel regolamento di esecuzione (UE) 1191/2014, aggiungendo eventuali autorizzazioni date a norma dell’articolo 18, paragrafo 2, del regolamento (UE) n. 517/2014.
Per il calcolo dei valori di riferimento per i nuovi operatori di mercato, si dovrebbe prendere in considerazione solo il periodo che inizia con l’anno per il quale la quota è stata attribuita per la prima volta.

Lascia una risposta