Le città più verdi d’Italia

Mantova

È stato pubblicato sul Sole 24Ore il 25esimo rapporto Ecosistema urbano di Legambiente e Ambiente Italia sulle città più verdi d’Italia. Ogni città ottiene un punteggio percentuale sulla base di cinque temi: aria, acqua, mobilità, verde e rifiuti (i dati si riferiscono all’anno 2017).

Mantova che ottiene 78,14% è al primo posto per il secondo anno consecutivo seguita da Parma con una percentuale di 76,83. Al terzo posto c’è Bolzano (74,27%). Milano risale dalla 31° posizione dell’anno scorso alla ventitreesima di oggi e si distingue in particolare per l’utilizzo e l’offerta di mezzi pubblici e la supremazia nel car-sharing (più di 3mila auto in funzione). Roma è nella parte bassa della classifica all’87esimo posto. Fanalini di coda Catania, Agrigento e Massa. Male anche Napoli e Palermo, rispettivamente ai posti numero 89 e 100.

La qualità dell’aria, sempre per la media dei capoluoghi, non è incoraggiante, e lo stesso si può dire per le perdite della rete idrica.

Secondo Alberto Fiorillo di Legambiente, esiste una nuova classificazione dei centri urbani. Esistono, secondo Fiorillo, le città formica, fortemente impegnate nella realizzazione di progetti green, e le città cicala, che non solo non risolvono la crisi ambientale urbana ma la assecondano. L’esempio di Cosenza, città meridionale che investe nella tutela dell’ambiente e di metropoli come Milano sono emblematici per testimoniare come l’impegno concreto è l’unica discriminante tra l’essere o meno città green.

Dal rapporto di Legambiente e Ambiente Italia emerge inoltre che l’Italia sta facendo particolarmente bene sul fronte dei rifiuti: la produzione media è calata da 536 a 528 chili annui per abitante e la raccolta differenziata ha superato quota 50%.

Lascia una risposta