La qualità della vita in Italia

Da 16 Novembre 2017Eventi & Novità, Qualità
Ravenna

La classifica si è basata sul livello di vivibilità e qualità della vita delle province italiane: da qui si è articolata una approfondita indagine che ha tenuto conto di diversi fattori.

 In tutto sei i capitoli d’indagine, ciascuno basato a sua volta su sei parametri e su una graduatoria di tappa: Tenore di vita, Affari e Lavoro, Servizi ambiente salute, Popolazione, Ordine pubblico e Tempo libero. 

E’ risultata Ravenna la provincia italiana dove si vive meglio secondo la 25esima indagine sulla qualità della vita: questo soprattutto grazie ai  tre parametri Servizi, Affari e lavoro, e Popolazione.

Sempre tra le prime dieci figurano anche sia i centri montani del Nord Est sia le realtà emiliano-romagnole.

Mentre migliora la posizione in classifica delle caotiche e blasonate Milano e Roma, che scalano rispettivamente di due e otto posti, sono ancora le province del sud ad essere relegate agli ultimi posti come qualità della vita: compare, infatti, ultima la provincia siciliana di Agrigento. Nel dettaglio sono le voci Ambiente e Lavoro che penalizzano Agrigento tra le più basse province di Italia.

 

In merito ai reati denunciati sono tante le aree metropolitane di Italia, e in molte aree geografiche localizzate al Nord, che abbassano il livello di qualità della vita e denunciano l’allarme sicurezza di molte grandi città, compresa la stessa Ravenna.

 

Se è più semplice riscontrare un buon mix di fattori incidenti sulla qualità della vita in realtà medie o piccole soprattutto del Nord Est quali le ormai sempre presenti in classifica Trento, Belluno, Bolzano, è anche vero che il modello emiliano-romagnolo risulta palesemente vincente con ben quattro provincie tra le prime dieci in classifica.

Bene si difendono anche le due province toscane di Siena e Livorno, come pure le province sarde che spiccano ancora tra le prime dieci, relegando alle posizioni più basse le province siciliane calabresi, pugliesi e campane.

Lascia una risposta