Inquinamento atmosferico: il riso sarà sempre meno nutriente

riso nutriente

A causa delle elevate emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera il riso sta diventando sempre meno nutriente. Lo studio è stato condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università di Tokyo e pubblicato su Science Advances. Esaminando diversi campioni del cereale, coltivati in zone diverse più o meno caratterizzate da concentrazioni di anidride carbonica e in diversi periodi, è emerso che nelle zone con concentrazioni più elevate sono presenti in minori quantità sali minerali quali ferro e zinco, proteine e vitamine del gruppo B1, B2, B5 e B9.

Il rischio è che le persone che vivono nei paesi in cui si consuma principalmente riso potrebbero andare incontro alla malnutrizione, diminuendo il valore nutrizionale di un prodotto che è a basso costo.

Il riso infatti, nei paesi in via di sviluppo, è un’importante fonte di calorie ma anche di nutrienti: il 50 per cento dell’energia quotidiana è tratta da questo cereale da almeno 600 milioni di persone in paesi come Cambogia, Vietnam, Madagascar, Indonesia, Bangladesh.

L’esperimento è stato condotto su 18 varietà di riso con la tecnica del Free-Air Carbon dioxide Enrichment (FACE). Sono state prese in considerazione alcune risaie in Cina e Giappone, sulle piante sono stati costruiti e uniti degli ottagoni di plastica di 17 metri di larghezza e alti circa 30 centimetri. Sulle risaie è stata poi soffiata la quantità di anidride carbonica prevista per il prossimo futuro. Dai risultati è emerso anche che alcune varietà di riso avrebbero mostrato una risposta più forte all’anidride carbonica. La scelta dei ricercatori è caduta sul riso poichè oltre due miliardi di persone in tutto il mondo hanno questo cereale come fonte primaria di cibo nella propria dieta.

Ridurre la CO2 dovrebbe in realtà essere la soluzione ma a questi ritmi difficilmente riusciremo a liberare la nostra aria.

Lascia una risposta