Gli italiani consumano troppo sale a tavola

Da 20 Marzo 2018Salute & Sicurezza

Gli italiani assumono in media il doppio del sale rispetto alle raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Gli italiani consumano troppo sale e di conseguenza si ammalano. La gran parte degli italiani ogni giorno consuma in media molto più sale di quanto viene raccomandato dall’OMS, e tendenzialmente la situazione diventa più grave man mano che si scende verso Sud. Un’assunzione eccessiva di sale può avere pesanti conseguenze sulla salute. Porta, infatti, all’insorgenza di malattie croniche come infarti e ictus, conseguenze dell’ipertensione, tumori allo stomaco, osteoporosi e malattie renali.

Il sale aggiunto a casa, in cucina e a tavola, sebbene fondamentale, influisce invece solo per il 36%. Tra le raccomandazioni fornite dall’OMS ricordiamo di consumare più frutta e verdura fresche, provare a diminuire il sale nella cottura dei propri piatti preferiti, utilizzare più spezie e aromi in sostituzione del sale e limitare il consumo di prodotti in scatola. Infine controllare le etichette dei prodotti alimentari prima di acquistarli, per scegliere quelli a minor contenuto di sale. Mangiare con poco sale non vuol dire rinunciare al sapore e accontentarsi di pietanze sciape. Dal 12 al 18 Marzo scorso si è svolta la XII Settimana mondiale per la riduzione del consumo di sale promossa dalla World Action on Salt & Health (WASH).

Entro il 2025 l’Organizzazione mondiale della Sanità spera di ridurre del 30% l’introito di sale nella dieta.

Lascia una risposta