Esperto in certificazione ISO ed il Master Quality – figura professionale in crescita

Da 5 gennaio 2011Qualità

Quest’oggi sul blog Uninform – ANGQ dedicato alla Qualità, all’Ambiente ed alla Sicurezza parleremo del ruolo della formazione specialistica nell’ambito dell’expertize rivolto a formare Esperto in certificazione ISO, una figura professionale che negli ultimi anni ha fatto registrare una crescita significativa.

 

Ebbene, in un periodo in cui anche il premio Nobel per l’economia 2010 è stato affidato a tre studiosi, Pissarides, Diamond e Mortensen, per le loro analisi concrete delle dinamiche del mercato del lavoro ai fini di determinare le cause del tasso di disoccupazione, appare sempre più evidente la necessità di puntare sulla formazione professionale come leva di sviluppo economico.

 

Si evidenzia sempre di più il ruolo strategico che svolge l’inserimento di figure professionali qualificate in azienda ed il conseguente aumento delle capacità produttive della stessa. La crisi mondiale non ha fatto altro che accrescere questa esigenza, seppure in un clima di diffusa incertezza ed instabilità economica.

 

Riteniamo quindi, come Uninform Group, che investire sulla formazione post laurea sia un valore aggiunto agli studi universitari in grado di fornire un’esperienza che sappia collegare gli aspetti cognitivi universitari con gli aspetti pragmatici ed operativi del mondo professionale.

 

A sostegno di tale nostra considerazione, occorre sottolineare che, dall’analisi degli attuali fabbisogni delle aziende, emerge la tendenza recente di ricercare profili professionali sempre più specifici ed altamente qualificati individuando così nella formazione di qualità l’elemento che fa la differenza.

 

Prendendo spunto da un dato evidenziato dal task giovani de “Il Sole-24 Ore” si individuano le aree occupazionali che hanno particolari prospettive di crescita. Tra tutte emerge il settore della Qualità e Sicurezza ed in particolare il profilo dell’esperto/addetto/consulente in materia dicertificazione ISO.

 

Tale figura professionale è in grado, infatti, di operare a vari livelli nell’ambito delle problematiche riguardanti la garanzia della qualità, ed in particolare di fornire un adeguato supporto metodologico e tecnico  ai responsabili (interni ed esterni alle imprese) delle iniziative finalizzate alla certificazione ISO.

 

Le competenze specifiche richieste da tale profilo professionale, così come appare evidenziato nello stesso articolo de “Il Sole-24 Ore ”,  rendono necessaria la partecipazione ad un Master riconosciuto ed in grado di far acquisire le conoscenze utili a favorire l’efficacia dei processi aziendali.

 

E’ chiaro infatti che l’inserimento di figure qualificate riconosciute permette all’azienda di migliorare sia il suo valore competitivo, costituendo parametro di giudizio di affidabilità e competenza per i  propri fornitori, sia di acquisire una procedura  ordinata e collaudata per la stessa azienda di rispetto delle norme vigenti in materia di Sicurezza e Qualità che costituiscono materia  in continua evoluzione.

 

Alla luce di queste considerazioni, quindi, Uninform Group desidera suggerire la 44^ edizione del Master Quality – “Esperti in QualitàQualità Ambientale Sistemi di Gestione Aziendale” , che prevede 2 mesi di Alta Formazione in aula a Roma o Milano e 6 mesi di stage garantito in azienda nelle aree QualitàAmbiente e Sicurezza.
Ecco alcuni degli sbocchi professionali previsti dal Master Quality  – “Esperti in QualitàQualità Ambientale e Sistemi di Gestione Aziendale“:

 

Responsabile/Auditor Qualità,  

Ispettore presso Enti di Certificazione,  

Consulente Sistemi di Gestione Aziendale 

Auditor Ambientale,  

Ecomanager,  

Esperto di Impatto Ambientale,  

Responsabile Sicurezza RSPP e RLS 

Consulente presso la P.A

 

Ai fini della nostra discussione, risulta estremamente utile non solo specificare il ruolo di ogni singola figura professionale all’interno del complesso contesto lavorativo ma anche, e soprattutto, definire in modo appropriato le competenze acquisite durante il Master Quality  – “Esperti in QualitàQualità Ambientale e Sistemi di Gestione Aziendale“.

 

Chi è e cosa fa l’ Esperto in Certificazione ISO e Qualità

Questa è una figura professionale in grado di operare a vari livelli nell’ambito delle problematiche riguardanti la garanzia della Qualità, ed in particolare di fornire un adeguato supporto metodologico e tecnico ai responsabili (interni ed esterni alle società) delle iniziative finalizzate alla certificazione ISO. Per poter intraprendere la professione di Esperto in certificazione ISO occorre frequentare un Master dove conseguirne il titolo ed acquisire conoscenze per favorire l’efficacia dei processi aziendali.

 

Chi è l’ Auditor Ambientale 
È colui che tiene sotto controllo il sistema di gestione guidato dall’eco manager: dalla produzione fino alla logistica. Si tratta di un ruolo che può essere svolto sia all’interno dell’azienda sia all’esterno. Come prevede ilregolamento EMASEco Management and Audit Scheme, le imprese infatti possono

certificare la propria Qualità ambientale.

 

Chi è l’ Eco Manager

E’ il responsabile delle strategie ambientali, all’interno dell’azienda. Una figura trasversale nell’organizzazione, che risponde direttamente al vertice. Si occupa di tutto quanto riguarda l’attività dell’impresa sul territorio: come eliminare sostanze nocive dal ciclo di lavorazione, come ridurre i rifiuti di

lavorazione e le emissioni inquinanti o razionalizzare consumi energetici. Sempre tenendo sotto controllo i costi. Non solo. Dal processo produttivo la sua competenza arriva poi  al prodotto, che deve essere ecologico sia nelle caratteristiche sia nel confezionamento e nel riciclaggio. Le grandi imprese hanno diversi manager ambientali, per singole aree o per stabilimento, coordinati da un Direttore Ambiente.

 

Chi è l’ Esperto di impatto ambientale

E’ colui che deve compiere studi approfonditi sugli ecosistemi, ma anche sui progetti architettonici che su di essi andranno ad incidere, coordinando così numerosi tecnici e professionisti. Successivamente ha il compito di formulare una valutazione della compatibilità tra progetto ed Ambiente, che, per legge, chiunque proponga un’opera che comporta conseguenze sul territorio è tenuto a presentare all’autorità competente.

 

Chi è il Responsabile sicurezza – il RSPP

Il RSPP (acronimo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) “è un professionista che ha esperienza sulla Sicurezza del lavoro ed è designato dal datore di lavoro per gestire e coordinare le attività del Servizio di prevenzione e protezione che è “l’insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni all’azienda finalizzati all’attività di prevenzione e protezione dai rischi professionali per i lavoratori“(come

indicato dal D.Lgs.81/2008 all’art. 2 lett. l). Il RSPP svolge essenzialmente funzioni e compiti di supporto tecnico ed organizzativo per il datore di lavoro, i dirigenti, i preposti; inoltre ha compiti relazionali con i lavoratori e i loro rappresentanti anche su specifici problemi inerenti la Sicurezza del lavoro in azienda.
La figura del RSPP, (già definita dal D.Lgs 626/94 e dal D.Lgs.195/2003) con il D.Lgs. 81/2008 “unico testo normativo in materia di sicurezza e salute delle lavoratrici e dei lavoratori nei luoghi di lavoro” avvia un nuovo approccio di carattere gestionale che gli richiederà una maggiore attenzione e un continuo impegno negli anni a venire. Il decreto ribadisce il ruolo del RSPP, proponendo alcune innovazioni rilevanti anche per il ruolo dello stesso.

 

Continua a seguire il blog Uninform – ANGQ dedicato alla Qualità, all’Ambiente ed alla Sicurezza

Lascia una risposta