Delegazione europea 2014: adeguamenti in vista per la sicurezza

Da 11 settembre 2015Salute & Sicurezza
Campi Elettromagnetici

Prima della pausa estiva sono arrivate in Gazzetta la Legge di Delegazione europea 2014, Legge 9 luglio 2014 n.114 e la Legge europea 2014, Legge 29 luglio 2015, n. 115: si tratta dei due provvedimenti, eredi della Legge Comunitaria, che indicano i provvedimenti europei da recepire o attraverso modifica diretta sui provvedimenti nazionali esistenti (con Legge Europea) o attraverso Delega al Governo (Legge di Delegazione europea).

La Legge di Delegazione europea all’articolo 1 conferisce delega al Governo per l’attuazione delle direttive europee elencate negli allegati A e B: il Governo ha a disposizioni due anni per la ricezione (a partire dall’entrata in vigore della Legge n.114/2015, in vigore dal 15 agosto).

Per quanto riguarda in particolare la sicurezza sul lavoro, l’articolo di riferimento è il 16 che indica i criteri per la Delega al Governo ai fini dell’attuazione della direttiva 2013/35/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 giugno 2013, sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici). Oltre a garantire una normativa in linea con i presupposti della direttiva 2013/35/UE, previste anche misure di protezione dei lavoratori per i livelli d’azione (LA) e per i valori limiti di esposizione (VLE) più rigorose rispetto alle norme minime previste dalla direttiva medesima.

Fra le altre direttive che riguardano la sicurezza, l’Allegato B prevede specifica Delega al Governo per il recepimento della

Direttiva 2013/59/Euratom del Consiglio, del 5 dicembre 2013, che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alle radiazioni ionizzanti, e che abroga le direttive 89/618/Euratom, 90/641/Euratom, 96/29/Euratom, 97/43/Euratom e 2003/122/Euratom (termine di recepimento 6 febbraio 2018);

Direttiva 2014/27/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, che modifica le direttive 92/58/CEE, 92/85/CEE, 94/33/CE, 98/24/CE del Consiglio e la direttiva 2004/37/CE del Parlamento europeo e del Consiglio allo scopo di allinearle al regolamento (CE) n. 1272/2008 relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele (termine di recepimento 1º giugno 2015);

Direttiva 2014/29/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di recipienti semplici a pressione (rifusione) (termine di recepimento 19 aprile 2016);

Direttiva 2014/30/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla compatibilità elettromagnetica (rifusione) (termine di recepimento 19 aprile 2016);

Direttiva 2014/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di strumenti per pesare a funzionamento non automatico (rifusione) (termine di recepimento 19 aprile 2016);

Direttiva 2014/32/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato di strumenti di misura (rifusione) (termine di recepimento 19 aprile 2016);

Direttiva 2014/35/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, concernente l’armonizzazione delle legislazioni degli Stati membri relative alla messa a disposizione sul mercato del materiale elettrico destinato a essere adoperato entro taluni limiti di tensione (rifusione) (termine di recepimento 19 aprile 2016);

Direttiva 2014/87/Euratom del Consiglio, dell’8 luglio 2014, che modifica la direttiva 2009/71/Euratom che istituisce un quadro comunitario per la sicurezza degli impianti nucleari (termine di recepimento 15 agosto 2017).

Continua a seguire il blog UninformANGQ dedicatob alla Qualità, all’Ambiente, all’Energia ed alla Sicurezza

Lascia una risposta