Decreto Palchi: novità in vista per la sicurezza delle attività fieristiche e di pubblico spettacolo

Da 22 Settembre 2014Salute & Sicurezza
decreto palchi

Durante la pausa estiva è stato pubblicato l’importante decreto interministeriale 22 luglio 2014 del Ministero del Lavoro e della Salute, il cosiddetto Decreto Palchi, che contiene le disposizioni che si applicano “agli spettacoli musicali, cinematografici e teatrali e alle manifestazioni fieristiche tenendo conto delle particolari esigenze connesse allo svolgimento delle relative attività”.

Il decreto è stato pubblicato sulla GU n. 183 dell’8 agosto 2014 e regola le attività che riguardano spettacoli musicali, cinematografici, teatrali e le manifestazioni fieristiche.

Il decreto è uno dei decreti attuativi previsti dal DL del Fare (DL 69/2013) e indica come applicare il Titolo IV (Cantieri temporanei e mobili) del Testo Unico di Sicurezza (D.Lgs. 81/08) a questo particolare settore d’attività.

Prossima è invece l’emanazione dei decreti che dovranno definire le procedure semplificate di POS, PSC e Fascicolo dell’opera per il settore edile, sempre in un’ottica di semplificazione documentale.

Inoltre, sono attesi ulteriori decreti attuativi, previsti dal Decreto del Fare: in particolare il DPR che regola il sistema di qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi con riferimento alla tutela della salute e sicurezza sul lavoro (articolo 32 comma 1, lett. a-bis) del DL del Fare (DL 69/2013).

Inoltre sono attesi un decreto interministeriale sui settori di attività a basso rischio di infortuni e malattie professionali che riporterà il modello con cui i datori di lavoro attesteranno di aver effettuato la valutazione dei rischi in queste attività (articolo 32, commi 1 lett. b) punto 2 del DL del Fare (DL 69/2013).

Un decreto sulle informazioni da trasmettere e i modelli uniformi da utilizzare per la comunicazione delle istanze, delle segnalazioni o delle attestazioni presentate allo SUAP sportello unico per le attività produttive (articolo. 32, comma 1, lett. e) del DL del Fare (DL 69/2013) e un decreto sulle misure di semplificazione della documentazione degli adempimenti relativi all’informazione, formazione per prestazioni di breve durata da inserire anche nel libretto formativo del cittadino (articolo 35, comma 1 del DL del Fare (DL 69/2013)

Continua a seguire il blog Uninform ANGQ dedicato alla Qualità, all’Ambiente, all’Energia ed alla Sicurezza

Lascia una risposta