Dati dei RAEE 2015: trend positivo per la raccolta rifiuti

Da 25 aprile 2016Energia & Ambiente
Dati dei RAEE 2015

Incoraggianti i dati dei RAEE 2015 riportati dal Centro Coordinamento nel “Rapporto Annuale 2015 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia” presentato il 17 marzo a Milano.

In base ai dati dei RAEE 2015,  per il secondo anno consecutivo si registra un trend positivo sia della raccolta dei RAEE (+8%) sia dei Centri di Conferimento (+2,76%). La Valle d’Aosta è la Regione più virtuosa d’Italia con una media pro capite di 8,24 kg/ab e prima insieme al Trentino Alto Adige per diffusione dei Centri di Raccolta. Toscana in vetta tra le regioni del Centro, Sardegna la migliore nell’area Sud e Isole.

Secondo il Rapporto, il 2015 è stato un anno di grande ripresa per il Sistema RAEE, con un incremento sia della raccolta complessiva (+8%) gestita dai Sistemi Collettivi, sia dei Centri di Conferimento (+2,76%) a disposizione dei cittadini. I risultati sono molto positivi, nonostante le differenze che permangono tra le diverse aree del Paese.

La raccolta complessiva è stata pari a 249.253.916 kg, con un incremento di oltre 17 milioni di chilogrammi rispetto all’anno precedente e un dato medio pro capite pari a 4,1 Kg di RAEE raccolti per abitante.

Nonostante il quadro positivo, il Rapporto riporta come non sia possibile quantificare i RAEE sottratti dalla filiera ufficiale di smaltimento organizzata dai Sistemi Collettivi. Rimane dunque fondamentale l’azione di contrasto alla dispersione e al commercio illegale dei RAEE che, oltre a sfuggire alle statistiche ufficiali, potrebbero subire un trattamento non conforme agli standard di legge, con notevoli danni per l’ambiente e la collettività.

Ulteriori informazioni sui dati dei RAEE 2015 relativi alla raccolta rifiuti sono disponibili per maggiori approfondimenti  sul sito del Cdc RAEE

Continua a seguire il blog Uninform – ANGQ dedicato alla Qualità, all’Ambiente, all’Energia ed alla Sicurezza

Lascia una risposta