Consigli pratici per un cv vincente

Da 7 Ottobre 2019Varie
curriculum

Quante volte hai letto e riletto la versione più recente del tuo cv? Quando l‘hai aggiornata l’ultima volta?

Queste e altre le domande che, seppure banali, chiunque sia alla ricerca di una posizione di lavoro deve porsi, considerando che il curriculum è il documento con cui ci si propone con l’obiettivo di promuovere la propria candidatura ed il suo contenuto determinerà se il selezionatore deciderà o meno di convocare una figura per un colloquio.

Anche se negli ultimi anni sono sempre più numerose le imprese che vi inviteranno a inserire i vostri dati direttamente nel data base aziendale, l’invio di un buon CV continua ad essere una delle modalità più frequenti ed efficaci per contattare le aziende.

Vediamo quindi, quali sono le caratteristiche di base da considerare per rendere al meglio il proprio cv.

Mirato e costruito in relazione all’azienda e al posto di lavoro per cui ci si candida

il CV deve essere costruito sulla base delle caratteristiche personali, ma anche adattato alla posizione per cui ci si candida. Chi lo valuterà, infatti, verificherà soprattutto la corrispondenza del profilo considerato con quello ricercato.
Quindi è buona norma documentarsi sull’azienda e la mansione per cui ci si candida.

Conciso e chiaro

Il tempo medio   alla lettura di un CV da parte di un selezionatore è di 3 minuti. La vera sfida diviene, quindi, quella di incuriosire e convincere il selezionatore in un tempo breve.
In generale, nel caso di un neolaureato senza particolari esperienze di lavoro, può bastare una pagina e, in ogni caso, è consigliato di non superare le due.

Corretto

Prima di inviare il tuo CV, ricorda di fare un controllo ortografico e, se possibile, di farlo rileggere a qualche amico per “scovare” eventuali errori di ortografia o grammatica. Per costruire un CV breve ma incisivo, è di fondamentale importanza la suddivisione dei contenuti, come ad esempio viene suggerito dal formato Europass.

Molto importante, infine, il consenso al trattamento dei dati personali, espresso, per esempio, così : “ Autorizzo il trattamento dei dati personali contenuti nel mio curriculum vitae in base all’art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e all’art. 13 GDPR 679/16”.

Lascia una risposta