Boom di consumazioni Bio in Italia

Da 13 Novembre 2017Energia & Ambiente
Bio

Il 2017 ha registrato un boom della vendita dei prodotti biologici. E’ quanto rende noto AssoBio, l’associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici. Il biologico in Italia vale 4,9 miliardi l’anno: 3 miliardi è il volume d’affari interno generato dalla vendita di prodotti Bio sul mercato italiano.

Il prodotto più venduto a livello di grande distribuzione sono le uova; seguono le confetture-marmellate; gallette di cereali soffiati; frutta fresca preconfezionata; bevande vegetali sostitutive del latte. Il prodotto più venduto nell’ambito dei negozi specializzati è rappresentato dalle bevande vegetali.

Nell’agricoltura Bio non si usano fertilizzanti chimici di sintesi, ma solo fertilizzanti organici autorizzati e i pochi mezzi tecnici ammessi. Si effettua la rotazione delle colture e la loro consociazione, piantando tra le file un’essenza sgradita ai parassiti che attaccano la coltura prevalente. Per la trasformazione non sono ammessi coloranti, conservanti, esaltatori di sapidità, edulcoranti e altri additivi inutili.

Gli animali devono essere alimentati con prodotti biologici e non sono ammessi allevamenti senza terra, i capi non possono essere tenuti legati o in gabbia. Negli allevamenti biologici gli animali hanno accesso al pascolo e non sono chiusi in stalla; le galline biologiche sono libere e non allevate in gabbia.

La rotazione delle colture è l’arma segreta dell’agricoltura Bio: dove un anno c’è il grano, l’anno dopo ci saranno ceci o lenticchie: la rotazione restituisce nutrienti al suolo e ripristina la fertilità. Il biologico in tutti i campi, ormai, è la vera Stella Polare del mercato sia della frutta che dei vini come anche della carne e dei latticini.  L’agricoltura italiana è diventata la più green d’Europa con il maggior numero di imprese che coltivano biologico e la leadership nelle certificazioni alimentari a livello comunitario per prodotti a denominazione di origine Dop/Igp.

Lascia una risposta