Attività ricettive: nuova regola tecnica!

nuove regolamentazioni applicate turismo

Con DM 9 agosto 2016, viene approvata la nuova Regola tecnica per le attività ricettive turistico – alberghiere e studentati,alloggi turistici,ostelli, bed&breakfast, dormitori e case per ferie.

Il Ministero dell’Interno, a seguito dell’entrata in vigore del Codice Antincendio, ha promosso una nuova Regola tecnica che, dopo quella sugli uffici, si inserisce in un settore estremamente delicato, quello alberghiero, il cui adeguamento alle norme di prevenzione incendi è soggetto a continue proroghe.

Sarà in vigore dal 23 settembre ma non riguarda strutture turistico – ricettive nell’aria aperta e rifugi alpini.

Il Decreto contiene anche una modifica testuale al Codice Antincendio al fine di inserire anche l’attività 66 del DPR n.151/2011 (“attività alberghiere”) 66 fra quelle previste all’art. 2 (del DM 3/8/2016) e regolate dalla RTO(Regola tecnica Antincendio o “Codice Antincendio”) .

Aggiornati nel Codice i riferimenti (art.1 del DM 3/8/2015) alle normative specifiche applicabili in alternativa alla nuova Regola tecnica (DM 9/4/1994, DM 6/10/2003 e DM 14/72015).

La regola tecnica suddetta non esclude ma anzi si integra con quella prevista dal DM 14/7/2015 (richiamata dalla RTO come ancora valida in alternativa a quella del DM 9/8/2016): essa vale però per le attività ricettive con posti letto superiore a 25 e fino a 50, già esistenti alla data di entrata in vigore del decreto.

Lascia una risposta