Amianto e Bonifiche SIN, i riferimenti nella Legge di Stabilità

eapporto eea qualità aria

Torniamo ad occuparci di tematiche ambientali e di sicurezza sui luoghi di lavoro qui sul nostro  blog UninformANGQ dedicato alla Qualità, all’Ambiente, all’Energia ed alla Sicurezza, in particolar modo di amianto e di bonifiche SIN, grazie ad alcune norme previste dalla recente Legge di stabilità.

Infatti, la pubblicazione della Legge di Stabilità, L.23 dicembre 2014 n.190, in vigore dal 1 gennaio 2015 tocca anche la materia della sicurezza e alcuni aspetti più squisitamente assicurativi e previdenziali  e stanziamenti specifici per la messa in sicurezza dall’amianto di siti contaminati.

Previsto uno stanziamento complessivo di 135 milioni di euro nel triennio 2015-2017 (45 milioni per ciascuno degli anni 2015, 2016 e 2017) al fine di proseguire le bonifiche dei siti di interesse nazionale (SIN) contaminati dall’amianto.

Ai commi 116 e 117, inseriti durante il cammino parlamentare della Legge, si estende la platea di lavoratori esposti all’amianto ai quali sono riconosciuti specifici benefici previdenziali ed assistenziali, prevedendo anche l’applicazione della maggiorazione contributiva. Inoltre, le prestazioni assistenziali erogate dal Fondo per le vittime dell’amianto vengono estese  ai malati di mesotelioma che abbiano contratto la patologia, o, per esposizione familiare, ai lavoratori impiegati nella lavorazione dell’amianto ovvero per comprovata esposizione ambientale (comma 89-bis).

Quanto alle bonifiche ambientali 5 milioni annui saranno destinati ai comuni di Casale Monferrato e Napoli-Bagnoli. Con prossimo decreto del Ministero dell’Ambiente, da emanare entro il 15 febbraio 2015, saranno individuate le risorse da trasferire a ciascun beneficiario.

Ulteriori informazioni sulla Legge di Stabilità sono reperibili sul dossier realizzato dalla Camera.

Continua a seguire il blog UninformANGQ dedicato alla Qualità, all’Ambiente, all’Energia ed alla Sicurezza

Lascia una risposta