Allerta smog nelle principali città italiane

Da 20 Ottobre 2017Energia & Ambiente
smog

E’ iniziato il 17 ottobre il blocco del traffico a Milano, con uno stop alle auto inquinanti. Una misura temporanea che le autorità comunali hanno deciso per fronteggiare l’eccessivo livello di smog segnalato dalle centraline dell’ARPA. Le misure che sono state predisposte stabiliscono uno stop alla circolazione dal lunedì alla domenica per i veicoli adibiti al trasporto di persone e che sono alimentati a gasolio fino alla classe 4. L’orario del blocco della circolazione è compreso tra le 8:30 e le 18:30. “Faccio un appello a tutti a non accendere i riscaldamenti, visto che la temperatura prevista è ancora alta”. Così il sindaco Beppe Sala ha chiesto ai milanesi di evitare di contribuire all’inquinamento dell’aria. “Non accendete i termosifoni. Noi stiamo cercando di dare il buon esempio e, a parte nelle scuole, negli uffici comunali non accenderemo i termosifoni”, ha assicurato il primo cittadino.

Nell’area metropolitana di Milano sarà vietato anche fare ricorso a sistemi di riscaldamento a legna, nonché accendere falò, barbecue e fuochi d’artificio. Inoltre i cittadini devono ridurre di un grado centigrado la temperatura all’interno delle case.

Anche a Torino i dati forniti dall’ARPA cominciano a destare preoccupazione: dal 10 ottobre sono stati superati i livelli massimi consentiti di 50 microgrammi di PM10 per metro cubo nel corso di 6 giorni consecutivi. Da mercoledì 17 ottobre è scattato il blocco alla circolazione per i diesel più inquinanti. Lo ha deciso il Comune di Torino, per fronteggiare la situazione delle polveri sottili, critica da una settimana. Lo stop proseguirà fino a quando le concentrazioni di polveri non rientreranno nei limiti.

Continuate a seguire il Blog del Master Quality di Uninform Group.

Lascia una risposta