Testimonianza di Alberto Santoro – ed. 62 Roma: il tirocinio in Istituto Giordano

Da 19 Ottobre 2016Varie
Alberto Santoro tirocinio

L’esperienza di tirocinio in Istituto Giordano spa, azienda leader nel settore delle Certificazioni di Prodotto e di Sistemi di Gestione Qualità, è stata particolarmente proficua e mi ha permesso di ottenere delle competenze concrete che avrò sicuramente modo di sfruttare nel prosieguo della mia carriera lavorativa.

Inoltre mi ha permesso di conoscere ed imparare le dinamiche aziendali, nei rapporti con i colleghi e con i clienti ed il mondo del lavoro in generale.

Il tirocinio, della durata di sei mesi, mi ha inoltre permesso di rendermi più visibile alle altre aziende, tanto da essere già stato contattato da nuove realtà.

Una in particolare mi darà l’opportunità di continuare il mio percorso di crescita personale e professionale, nell’ambito della consulenza  per le ISO 9001, 14001 e 18001 (Qualità – Ambiente – Sicurezza).

La scelta di iscrivermi al Master Quality di UNINFORM – ANGQ è stata, in definitiva, la migliore della mia vita, in quanto mi ha permesso di confrontarmi con una realtà completamente nuova, data la mia età, nonostante fossi alla mia prima esperienza lavorativa in assoluto.

Consiglio ai futuri tirocinanti di rendersi sempre disponibili in azienda ad eseguire qualunque tipo di mansione e di far capire ai propri colleghi di lavoro che si può essere utili concretamente ai fini del raggiungimento degli obiettivi aziendali; essere timorosi di fronte alle nuove sfide, aver paura di sbagliare o essere timidi ed introversi verso i propri colleghi di lavoro non aiuterà il vostro inserimento in azienda.

I miei obiettivi sono quindi quelli di proseguire la mia crescita professionale, facendo tesoro degli insegnamenti ricevuti durante la fase d’aula del Master Quality, che permettono allo studente di entrare concretamente nel mondo del lavoro e delle aziende, e delle competenze raggiunte durante il tirocinio, che mi hanno permesso di integrare in poco tempo il mio CV e di renderlo maggiormente ‘appetibile’ alle altre aziende.

Lascia una risposta