Agosto 2020: caldo record

caldo record

Il programma europeo Copernicus nel suo bollettino mensile riferisce che a livello globale, il mese di agosto 2020 è il quarto nella classifica dei più caldi mai registrati. Il mese di agosto 2020 si attesta appena 0,13 gradi al di sotto rispetto a quello del 2016, che è il primo assoluto in classifica. Tali analisi derivano da miliardi di misurazioni provenienti da satelliti, navi, aerei e stazioni meteo disseminate in tutto il mondo.

Nella Death Valley il 16 agosto 2020 la colonnina di mercurio ha raggiunto i 54,4°C (130 gradi Fahrenheit). Probabilmente, la temperatura più alta registrata sulla Terra dal 1913, stando a quanto riporta il Los Angeles Times. La Death Valley già detiene il record per la temperatura più alta mai registrata sul pianeta: 134 gradi nel 1913, secondo il Guinness World Records.

È stato un agosto molto più caldo del solito anche nel nord-ovest della Siberia e in buona parte dell’Oceano Artico.

Il caldo rovente registrato a Tokyo nel mese di agosto ha causato la cifra record di 193 morti.  Il mese di agosto è stato particolarmente torrido a Tokyo, con temperature che si sono mantenute sui valori estremi anche nella prima settimana di settembre.

Qual è la situazione in Europa?

 

In Europa occidentale e centrale l’intera estate è stata caratterizzata da una serie di intense ondate di caldo, che hanno avuto come risultato diversi giorni di stress termico catalogato come molto forte. Ad esempio nel comune di Uccle, nella regione di Bruxelles, le medie sono rimaste stabilmente sopra i 30 gradi centigradi per otto giorni consecutivi, arrivando al record storico di 35,9 gradi.

Lascia una risposta