ACCREDIA: la nascita dell’unico Organismo nazionale di accreditamento

Da 7 marzo 2010Accreditamento

In conformità al regolamento (CE) n. 765/2008, ai sensi dell’articolo 4, comma 4, della legge 23 luglio 2009, n. 99, si è finalmente concluso l’iter per la costituzione dell’Organismo nazionale di accreditamento ACCREDIA con la pubblicazione dei seguenti decreti interministeriale (nove Ministri interessati):

·        Gazzetta Ufficiale n. 20 del 26 gennaio 2010 il Decreto interministeriale del 22 dicembre 2009 “Designazione di ACCREDIA quale unico organismo nazionale italiano autorizzato a svolgere attività di accreditamento e vigilanza del mercato”;

·        Gazzetta Ufficiale n. 19 del 25 gennaio 2010 il Decreto interministeriale del 22 dicembre 2009 “Prescrizioni relative all’organizzazione ed al funzionamento dell’unico organismo nazionale italiano autorizzato a svolgere attività di accreditamento del mercato in conformità al regolamento (CE) n. 765/2008”.

Con la pubblicazione dei suddetti decreti l’Italia è riuscita a rispondere alle richieste dell’Unione Europea contenute nel Regolamento Europeo 765/2008 in tema di accreditamento e vigilanza del mercato, che prevedeva dal 1° gennaio 2010 il riconoscimento ufficiale di unico organismo nazionale autorizzato a svolgere attività di accreditamento e vigilanza del mercato.

ACCREDIA è un’associazione riconosciuta, composta da sette Ministeri, sette grandi Amministrazioni nazionali, tutte le principali organizzazioni d’impresa e numerose altre parti interessate. ACCREDIA opererà sotto la vigilanza delMinistero dello Sviluppo Economico, individuato dai suddetti decreti come Autorità Nazionale per le attività di accreditamento in Italia e punto di contatto con la Commissione. In virtù di tale ruolo il Ministero dello Sviluppo Economicoha già comunicato la designazione di ACCREDIA alla Commissione Europea e adEA (European co-operation for Accreditation) – l’Infrastruttura Europea diaccreditamento.

Il percorso che ha visto nascere l’Ente nazionale unico è iniziato con la fusione di SINCERT (Sistema Nazionale per l’Accreditamento di Organismi di Certificazione e di Ispezione) e SINAL (Sistema Nazionale di Accreditamento dei Laboratori) in ACCREDIA e successivamente si è concluso con la ratifica dell’adesione di due nuovi Soci promotori:

·        l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica – INRIM;

·        l’Istituto Superiore di Sanità – ISS .

In particolare, rispetto al passato assetto del Sistema italiano diaccreditamento, che aveva tre principale attori (SINCERT SINAL e SIT) è stato istituito in ACCREDIA un nuovo Dipartimento, per l’attività di accreditamento nel settore dei Laboratori di prova per la sicurezza degli alimenti. Pertanto oggi la struttura operativa di accreditamento dell’Ente è articolata secondo 4 Dipartimenti:

·        Certificazione ed Ispezione

·        Laboratori di prova

·        Laboratori di prova per la sicurezza degli alimenti

·        Laboratori di taratura

La qualità del sistema economico italiano perciò dovrebbe essere assicurata, riconosciuta e valorizzata da ACCREDIA che cercando di coniugare l’efficienza operativa e la garanzia del rispetto delle competenze istituzionali sarà, secondo il quadro normativo e regolamentare dell’Unione Europea, il garante della filiera della valutazione di conformità, nel campo volontario e negli ambiti regolamentati.

Da oggi il sistema imprenditoriale e tutti gli operatori interessati guarderanno con attenzione le capacità di ACCREDIA di garantire il principio di sussidiarietà tra pubblico e privato, la trasparenza, l’indipendenza, l’imparzialità e l’impegno nell’ambito internazionale con l’obiettivo di far crescere opportunità e vantaggi e di riuscire a migliorare il Sistema Italia.

Dr. Stanislao Ziantoni
Direttore Tecnico ANGQ

 

Continua a seguire il blog sulla Qualita’ UninformANGQ

Lascia una risposta