In netto calo la gravità degli infortuni nelle aziende certificate

Da 20 Aprile 2018Salute & Sicurezza

Il passaggio delle aziende da un livello di sicurezza base a un livello di sicurezza certificato comporta una riduzione pari a circa il 16% degli infortuni.

Massimo De Felice, presidente dell’Inail, ha spiegato: “con la certificazione è garantito il rispetto delle norme, documentata la qualità dell’impresa, correttamente tutelata la competitività. Sono tutti mezzi e azioni che contribuiscono, in grande, al miglioramento del sistema socio-economico”.

“Oggi sono quasi 17mila, il 9% in più rispetto al 2016 e il 32% in più rispetto a tre anni fa le aziende che hanno deciso di certificare sotto accreditamento il proprio sistema di gestione della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro”, ha precisato Giuseppe Rossi, presidente di Accredia, l’Ente italiano di accreditamento. “Sono le stesse imprese a dirci che la certificazione porta con sé dinamiche di efficienza che si riverberano su tutta la struttura aziendale e che ne aumentano la competitività”.

Nelle imprese certificate per la salute e la sicurezza emerge anche una maggiore efficienza dei processi interni dovuta all’integrazione con altri Sistemi di gestione, in particolare Qualità e Ambiente, che ha generato processi virtuosi di miglioramento continuo. La nuova norma ISO 45001 tiene in considerazione proprio l’integrazione con altri Sistemi di gestione e sostiene la consultazione e la partecipazione dei lavoratori, favorendo l’affermazione di una cultura aziendale della prevenzione basata sul coinvolgimento attivo e partecipato di tutti i soggetti tutelati.

Dall’analisi regionale dei dati sulle aziende certificate per la norma BS Ohsas 18001 si rileva una maggiore attenzione al tema della Gestione della sicurezza sul lavoro in Valle d’Aosta (24,9% sul totale delle imprese certificate per i sistemi di gestione), Liguria (18,5%), Friuli Venezia Giulia (17,0%) e Trentino Alto Adige (14,7%) nel nord, in Umbria (15,4%), Marche (14,6%) e Toscana (14,5%) nel centro, mentre al sud spiccano Molise (13,5%), Basilicata (13,1%) e Puglia (12,8%).

Continua a seguire le ultime novità in materia di Qualità, Ambiente, Sicurezza ed Energia sul Blog del Master Quality di Uninform Group.

Lascia una risposta